Il ritorno degli antagonisti nella lotta biologica: la “Vespa Samurai”

Il ritorno degli antagonisti nella lotta biologica: la “Vespa Samurai”

Con l’entrata in vigore, in Gazzetta Ufficiale, del decreto 5 luglio 2019 n. 102 l’agricoltura biologica può finalmente tornare ad utilizzare una delle armi che più l’ha contraddistinta: l’immissione sul territorio italiano di specie e popolazioni esotiche capaci di contrastare la diffusione di insetti alieni dannosi alle nostre coltivazioni.

Il primo antagonista a mettere piede sul nostro territorio grazie a questo decreto sarà Trissolcus japonicus, anche detto “Vespa Samurai”, un imenottero parassitoide originario di Cina, Giappone e Korea del Sud, che va a deporre le sue uova all’interno di quelle di Halyomorpha halis (la cimice asiatica), così da potersi nutrire delle sue larve ed evitare che possano arrivare allo stadio adulto, il più dannoso per le nostre coltivazioni.

Per Trissolcus japonicus sono previsti dei lanci inoculativi, ciò significa che verrà lanciato un volume modesto di insetti che potrà effettuare la sua azione di controllo attraverso le generazioni successive, per un controllo a medio-lungo termine, che avverrà solo nel caso in cui l’insetto riesca ad ambientarsi ai nostri ecosistemi.

In quanto Halyomorpha halis è ormai stabilmente instaurata nel nostro territorio, l’utilizzo dell’antagonista naturale non avrà lo scopo di debellare questo fitofago, ma quello di creare un equilibrio che possa essere sostenibile per la nostra agricoltura.

Il CREA di Firenze (l’ente che si sta occupando dell’allevamento e moltiplicazione di Trissolcus) ha posto l’attenzione sull’urgenza relativa al lancio della Vespa Samurai appena parte la nuova stagione, perché la popolazione di cimice asiatica va ridotta prima che inizi a moltiplicarsi nuovamente. A favore della possibilità dell’intervento, il CREA ha effettuato un’analisi costi/benefici del suo impiego ed è stata positiva.

L’utilizzo di antagonisti naturali esotici non è privo di rischi, ma sulla scia dell’ultimo successo (ed ultimo caso) di lotta biologica classica riteniamo che possa essere un’ottima risorsa!

AgriPost it!

Lascia un commento

Chiudi il menu