Campagna olearia: le previsioni

Campagna olearia: le previsioni

La campagna olearia è alle porte e la previsione Coldiretti per questa stagione 19/20 segnala un incoraggiante +80% rispetto alla stagione precedente. Nell’annata 18/19, però, si era registrata una raccolta disastrosa su tutto il territorio nazionale, con un crollo che è ormai già ritenuto storico. Questo fa sì che la previsione sia positiva solo in termini relativi perché con 315mila tonnellate di olio previste ci si va a collocare comunque al di sotto delle medie produttive decennali.

Anche i nostri diretti concorrenti nella produzione di olio, Spagna e Grecia, si collocano al di sotto delle loro potenzialità. Per la Spagna, prima produttrice mondiale di olio, le previsioni stimano 1,35 milioni di tonnellate (rispetto a 1,77 milioni di tonnellate dell’anno precedente). Per la Grecia, invece, situazione simile a quella italiana: sebbene in crescita rispetto alla stagione 18/19, produrrà circa 300mila tonnellate di olio rispetto alla media di 350mila è la media.

In Italia la filiera dell’olio coinvolge circa 400mila aziende agricole specializzate e il più alto numero di olii extravergine a denominazione di origine (43 DOP e 4 IGP). Ciononostante, il settore stenta a decollare come potrebbe per tante problematiche interne, prima fra tutte la scarsa attitudine alla cooperazione dei produttori (ne è un esempio la totale mancanza di consorzi di tutela di dimensioni anche solo lontanamente paragonabili ad altri settori agricoli come il caseario e lo zootecnico). Alle problematiche proprie del contesto nazionale fanno poi seguito anche le minacce estere: i dazi, per ora scampati, del presidente americano Trump; le famose etichette a semaforo inglesi; i nutriscore francesi.

Infine, Coldiretti segnala un dato allarmante, ossia l’incremento dell’import di olio estero nei primi mesi del 2019. Un +12% che fa preoccupare i mercati per il possibile eccesso di offerta, con conseguente abbassamento dei prezzi di vendita.

Nell’attesa dei dati definitivi, buona campagna olearia a tutti i lavoratori del settore!

AgriPost it!

Lascia un commento

Chiudi il menu