L’agricoltura italiana: i numeri

L’agricoltura italiana: i numeri

La superficie totale del nostro Paese è poco più di 300.000 km2. Usando, però, come unità di superficie l’ettaro (1 ha = 10.000 m2), essa diviene 30 milioni di ettari. Questi 30 milioni di ettari comprendono tutto: laghi, montagne, vulcani, isole, ecc., ecc.

Ma di questi quanti sono coltivati? La Superficie Agricola Utilizzata (SAU) nazionale corrisponde a circa 12 milioni e mezzo di ettari. Ad essere più precisi 12,426 mln di ettari. Ciò vuol dire che poco più del 40% della superficie nazionale è usata in agricoltura.
La SAU nazionale è coltivata da ben 1,471 mln di aziende agricole e, pertanto, la SAU media aziendale italiana è di 8,45 ha.

Al di là di questi dati “statici” è interessante notare i trend che ciascuno di questi dati ha tracciato. Innanzitutto, è importante segnalare che dal 2000 la SAU nazionale è diminuita del 5,73%, che in termini assoluti vuol dire aver perso 756mila ha: un trend molto preoccupante e che fa capire quanta superficie si è persa per cementificazione o abbandono dei campi, con tutte le conseguenze ambientali annesse.

Anche le aziende agricole sono diminuite. Nel 2000 erano quasi 2,4 milioni e ciò vuol dire che si è registrata una variazione in negativo del 38,53%. E questo dato spiega come, nonostante il calo di superficie totale, siano aumentate le superfici medie per azienda: da 5,51 ha/az. del 2000 agli 8,45 ha/az. (+53,36%).

In conclusione c’è da fare una considerazione. I dati riportati sono dati Istat non nuovissimi. Fanno infatti riferimento al 2013, ultimo anno in cui c’è stato un report sulla struttura delle aziende agricole. Attendendo dati ufficiali, non è irreale supporre che i trend già registrati nella fascia 2000-2013 si siano rafforzati, continuando verso una diminuzione della SAU totale, un calo del numero di aziende agricole ed un aumento della superficie media (che potrebbe aver già superato i 10 ha/az., ma questa è una nostra supposizione).

In attesa di dati più aggiornati, questo è in cifre il quadro dell’agricoltura italiana odierna.

AgriPost it!

Lascia un commento

Chiudi il menu