Nuovo topic: genetica

Nuovo topic: genetica

Oggi scriviamo di un nuovo topic che verrà presto inserito tra i già esistenti del nostro sito: la genetica, un argomento importantissimo per quanto riguarda l’agricoltura moderna.

Andiamo a prendere la definizione di genetica dato dall’enciclopedia Treccani: “ramo della biologia che si occupa del materiale ereditario, cioè della sua struttura, del suo modo di funzionare, delle modalità della sua trasmissione, sia da una cellula alle sue discendenti (se si tratta di cellule dello stesso organismo si parla di g. somatica) sia da una generazione all’altra di organismi pluricellulari, e della sua storia evolutiva.” e andiamo a contestualizzarlo in modo più semplice. La genetica è quindi quella branca della biologia che va a studiare come e perché vengano ereditati determinati “materiali ereditari”. In un contesto molto più agrario, parliamo generalmente di geni che possono conferire determinate caratteristiche di nostro gradimento (come resistenza alle malattie o migliore contenuto di sostanze nutritive) alle piante che stiamo cercando di migliorare.

L’enciclopedia ci fornisce anche un concetto di genetica agraria: “Il miglioramento delle razze delle piante e degli animali utili all’uomo è stato per il passato il prodotto della selezione, che ha favorito la scoperta e l’utilizzazione di molte mutazioni spontanee, ulteriormente perfezionata, con il contributo della citogenetica, sfruttando anche mutazioni sperimentali. La g. agraria ha contribuito, insieme con la migliore tecnica colturale, al miglioramento qualitativo e quantitativo della produzione nei diversi settori.” questo concetto è di per sé abbastanza esplicito già nella definizione dell’enciclopedia, ma noi vogliamo ampliarlo! La genetica agraria non è solo questo, ma anche un insieme di tecniche di miglioramento varietale e interazioni che negli anni sono riuscite a essere affinate ed evolute, sempre col fine ultimo di migliorare ciò che mangiamo e produciamo.

“L’identità di un essere vivente risiede nel suo patrimonio genetico.” Edoardo Boncinelli

AgriPost it!

Lascia un commento

Chiudi il menu