Cos’è agricoltura pt. 4

Cos’è agricoltura pt. 4

Si intendono comunque connesse le attività, esercitate dal medesimo imprenditore agricolo,
dirette alla manipolazione, conservazione, trasformazione, commercializzazione
e valorizzazione che abbiano ad oggetto prodotti ottenuti prevalentemente dalla
coltivazione del fondo o del bosco o dall’allevamento di animali, nonché le
attività dirette alla fornitura di beni o servizi mediante l’utilizzazione prevalente
di attrezzature o risorse dell’azienda normalmente impiegate nell’attività
agricola esercitata, ivi comprese le attività di valorizzazione del territorio
e del patrimonio rurale e forestale, ovvero di ricezione 
ed ospitalità come definite dalla legge.”

Questa ultima parte dell’articolo 2135 conclude la
definizione di imprenditore agricolo attraverso le attività connesse. Vi troviamo tutto ciò che può essere riferito
all’agricoltura: le attività di trasformazione, commercializzazione e
valorizzazione. Esempi? Beh, per le attività di trasformazione come non pensare
ad una rossa passata di pomodoro? La commercializzazione passa inevitabilmente
per tutte quelle attività di vendita come ad esempio i punti vendita aziendali.
E la valorizzazione? Un esempio classico di valorizzazione possono essere le
ormai famose fattorie didattiche. Ognuna di queste attività comporta un
incremento (si spera!) degli introiti dell’azienda agricola. Allora anche le
pesche sciroppate sono agricoltura? Se la produzione è associata ad una azienda
agricola che coltiva il fondo la risposta è sì! Altrimenti è solo una industria
alimentare. Tutto chiaro?

Lascia un commento

Chiudi il menu